Currently browsing tag

economia

Sulle cause economiche dei populismo

di Bruno Soro- Arcipelago “La guerra ha molte cause. Dittatori e simili, ai quali la guerra offre, almeno nelle aspettative, una piacevole eccitazione, hanno gioco facile nel sollecitare la naturale bellicosità dei loro popoli. Ma al di là di questo, ad agevolare il compito di attizzare le fiamme negli animi …

Perché i trent’anni di Maastricht non hanno distrutto l’Italia

di Bruno Soro- Arcipelago «I grandi eventi storici sono spesso dovuti a variazioni nello sviluppo demografico e ad altre cause economiche fondamentali; ma poiché per il loro carattere graduale queste sfuggono all’attenzione degli osservatori contemporanei, tali eventi sono attribuiti alle follie di statisti o al fanatismo di atei». John Maynard …

Previsioni di crescita tutte sbagliate. Non è errore ma malafede e aggiotaggio in grande stile

( di Giorgio Cremaschi- da http://www.lantidiplomatico.it/)- Standard&Poor ha rivisto al ribasso le stime di crescita sia per l’Eurozona, sia per l’Italia. Il calo del PIL europeo è dall’1,8 all’1,5, per quello italiano si passa dall’1,3 all’1,1. Potrà sembrare poca cosa, ma se consideriamo che Renzi e Padoan nel DEF hanno previsto …

IL SINDACATO E LA SCOMPARSA DEL CETO MEDIO AD OPERA DI INSENSATI

(di Claudio Braggio- da claudiobraggio.wordpress.com)- “Il ceto medio non è affatto scomparso, ma si è trasformato nella epitome di un onnivoro sincretismo antisnobistico, credo…” In un primo tempo, questo è opportuno, dovremmo essere realistici e chiedere subito l’impossibile. La progressiva e almeno in apparenza inesorabile scomparsa del ceto medio, rappresenta la …

Il “meta-Potere”: Banche, Boschi, Burattini

(di Paolo Ercolani- da http://ilmanifesto.info/)- Le analisi sul potere sono antiche quasi quanto l’umanità. Anche se non quanto il Potere stesso, fenomeno originario, atavico, vero e proprio burattinaio della dimensione pubblica come di quella privata. Il fatto è che spesso ci si è concentrati sulle dinamiche teoriche del Potere, sui fondamenti che lo identificano: …

Contante? No grazie

(di Chigar)- La profonda crisi dei mercati e la speculazione hanno messo a nudo le debolezze strutturali dell’Italia. Governo ed opposizione, anziché rispondere con strumenti straordinari ed innovativi, capaci di incidere  profondamente ed in maniera duratura sui problemi del Paese, stanno formulando proposte,  sia dal punto di vista dell’aumento delle …

NOAM CHOMSKY: NON HA PIÙ IMPORTANZA CHI DETIENE IL POTERE POLITICO, TANTO NON SONO PIÙ LORO A DECIDERE LE COSE DA FARE.

(di Naom Chomsky- da miccolismauro.wordpress.com)- UN uomo: Negli ultimi venticinque anni il capitale finanziario multinazionale, piuttosto che negli investimenti e nel commercio, è stato impiegato nelle speculazioni sui mercati azionari internazionali, al punto da dare l’impressione che gli Stati Uniti siano diventati una colonia alla mercé dei movimenti di capitali internazionali. …

La pericolosissima fuffa di Renzi

(di Andrea Scanzi- da http://www.andreascanzi.it/)- Ieri, visitando la General Motors a Torino, Renzi ha detto tra le altre cose: “L’Italia è da sempre la terra in cui il domani arriva prima. L’industria della lagna non è vincente”. Rileggete bene: “la terra in cui il domani arriva prima; “l’industria della lagna“. Ma …

Joseph Stiglitz: una soluzione per la vicenda greca

(di Joseph Stiglitz-da http://www.project-syndicate.org/)- Ciò che desta interesse in questo breve scritto di Joseph Stiglitz, inerente il caso della Grecia, non attiene al dibattito di politica macroeconomica, bensì compendia una più ampia riflessione entro cui le disquisizioni sull’etica ne caratterizzano il senso. L’autore si chiede se il principio di responsabilità …